Seo

Posizionamento su Google considerazione sulla Seo

Pensieri da fare prima di iniziare il lavoro con un' agenzia Seo per strutturare un posizionamento su Google

La Seo è un’attività indispensabile?

Partiamo dal concetto che la Seo non è indispensabile a tutti, un’azienda oggi può essere visibile online ed avere un buon posizionamento Google con infiniti altri metodi più diretti e anche meno costosi (sul corto periodo), ovvio che se l’obiettivo è quello di “cementificare” la presenza online ed avere un progetto di ampio respiro allora diventa fondamentale avere una fidata Agenzia Seo e un’attività Seo costante al fine di avere un posizionamento su Google migliore negli anni a venire.

Posizionamento Google consigli su come strutturare il lavoro

Gli aspetti da considerare sono molti possiamo però suddividerli in 2 principali aree:

- Aspetti tecnici di un sito web come contenuti, velocità di caricamento, link in entrata. 

- Aspetti legati al Design come usabilità, responsive design. 


Come strutturare Contenuti per farsi trovare su Google

Ogni tassello che andrete a curare sarà un passo in avanti verso i primi risultati di Google. L'algoritmo di Google cambia spesso ed è sempre più importante progettare il posizionamento secondo i principi che Google ci consiglia. Per potersi posizionare primi nei risultati di ricerca è fondamentale 

- Prima progettare i contenuti di ogni pagina del sito web, dalla home (come argomento principale) alle pagine del blog (come argomenti correlati), secondo un principio di utilità, ovvero quanto una pagina web è utile ad una determinata ricerca di un utente, sembra ovvio ma capire come strutturare un progetto di posizionamento è il primo step per riuscire nell'impresa di come farsi trovare su Google

- Poi studiare 2-3 keyword principali (con dati forniti dal web non solo ad intuito, servono keyword non troppo difficili ma con una giusta ricerca media mensile per il vostro argomento) popolate quindi il sito di contenuti che ruotano "intorno" agli argomenti principali, ricordatevi sempre che si compete ad ogni query di ricerca quindi cercate di essere concreti nello sviluppo dei contenuti ma soprattutto di scegliere query che non abbiamo troppa competizione altrimenti rischiate di faticare molto a posizionare il sito web

- Ottimizzate: ogni articolo richiede poi un certo tempo di manutenzione nei mesi, una volta posizionato non limitatevi a lasciarlo “morire” nel web cercate anzi di aggiornarlo in modo da rimanere sempre in una posizione di vantaggio rispetto ai concorrenti.

L’errore che spesso viene fatto quando si vuole lavorare sul posizionamento Google è quello di iniziare a scrivere testi senza una progettualità sulla Seo, ognuno sul proprio sito può scrivere quello che vuole ma c’è da tener presente che un articolo strutturato in maniera sbagliata potrebbe portare traffico non utile al nostro business (oppure non portarlo proprio ndr) è importante quindi cercare di avere una visione chiara anche nella creazione di contenuti sia testi che eventuali video o social, tenere sempre presente che ogni contenuto pubblicato ha un’influenza sul pubblico di riferimento. Spesso infatti si incorre in siti mal progettati da un punto di vista Seo e cercare di recuperare terreno risulta di "difficile digeribilità" da parte delle imprese perché necessita di una ristrutturazione del sito vanificando sforzi (e soldi spesi) fatti precedentemente quando si è deciso di aprire un sito web.


Velocità di caricamento (utilizzate AMP) e aspetti tecnici

La velocità di caricamento è uno degli aspetti che l’algoritmo di Google calcola al momento in cui viene fatta la ricerca, se il sito non apparirà “attraente” difficilmente riusciremo ad avere un buon posizionamento google, diversamente se il sito sarà veloce e adatto al dispositivo da dove viene fatta la ricerca avremo più chance di essere ben posizionati. La velocità di caricamento è sempre più importante negli aspetti che Google considera per posizionarsi esistono diversi tool per verificare come è messo il vostro sito come ad esempio Google Page Speed. Alcune attività fondamentali:

- E’ importante formattare le immagini in modo tale che siano più leggere possibili e che il sito sia progettato anche per velocizzare il caricamento della pagina web caricando delle preview delle foto nella url di riferimento per esempio invece che scaricare l’immagine piena.

- Implementare la tecnologia AMP (che Google ci invita ad utilizzare) deve essere necessariamente presa in considerazione (ad oggi) perché aiuta Google a capire che quella pagina ha uno standard di caricamento (e quindi anche di usabilità) utile per l’utente finale, sarete quindi più “appetibili” agli occhi del motore di ricerca, ci sono diversi plug-in per molti CMS come wordpress 


Link building per posizionarsi su Google meglio se ragionata

Anche qui vale la regola della progettualità.

Spammare il nostro link da ogni parte non avrà nessun beneficio per il posizionamento del sito, l’algoritmo dei motori di ricerca è strutturato per comprendere quale tra i siti scansionati è quello migliore per la ricerca dell’utente, tentare dei modi per eludere il sistema non giova a nessuno e il nostro sito non avrà un miglioramento sulla Seo e nel posizionamento su google. Anche qui serve una strategia ben precisa in modo tale che Google comprenda come il vostro sito sia linkato in maniera naturale e costante nel tempo. Googlebot infatti considera anche con quale cadenza viene linkato un sito e capisce se un sito è stato linkato in maniera non naturale. Cercate di tenere questi parametri:

- Cadenza dei Link nuovi in maniera costante e non facendo un attività 1 anno si e 3 no perché perde di beneficio la prima attività di Link Building

- Essere linkati da siti web di diversa autorità sia di livello alto ma anche di livello basso...la popolarità di un sito infatti non sarà mai menzionata solo in siti di alto valore senza avere delle menzioni anche in siti di valore più basso

- Negli anni il concetto di Link Building sta cambiando, ci sono discussioni di come Google possa trasferire popolarità da un sito ad un altro anche senza link ma solo con la menzione, nulla di ufficiale ma tutta la comunità che studia la Seo sta cercando di comprendere anche questi aspetti


Il Design sempre più importante per il posizionamento su Google

Un Design curato sarà sempre più indispensabile per posizionarsi primi tra i risultati di ricerca, è notizia ufficiale infatti che Google considererà sempre di più i Web Vitals per capire quanto un sito sia autorevole.

I web Vitals sono alcuni parametri che tengono conto della facilità di utilizzo di un sito, del suo Design, della sua navigabilità e della sua esperienza utente nel complesso. Risulta fondamentale quindi andare a progettare un posizionamento Google anche studiando la user experience del proprio sito web, un bel sito sarà più facile da posizionare di un sito disegnato in maniera superficiale. L’usabilità di un sito è fondamentale per arrivare al nostro obiettivo, se un sito non è chiaro per l’utente nella navigazione oltre a non rispondere alle esigenze dell’utente trasmetterà una sensazione di poca efficienza, di trascurabilità, questo penalizzerà il nostro brand influenzerà e anche il nostro posizionamento su Google dato che un utente che non trova una risposta è un utente perso e di questo Google se ne accorge.


Tempistiche per un buon posizionamento Google

Il posizionamento di un sito nella parte alta dei risultati di ricerca di Google è un’attività lunga e costante, questo perché il fine ultimo è quello di essere riconosciuti come autorevoli dall’algoritmo di Google

La prima regola è quella di munirsi di pazienza e comprendere che i primi risultati di una Seo ben fatta si avranno a 6-7 mesi di distanza dalle prime attività e che non c’è nessuna certezza di risultato e nessuna agenzia Seo potrà mai garantire che un posizionamento su Google poi possa creare Business reale, dato che le varianti sono praticamente infinite. Posizionarsi su Google e tramutare tutto in Business reale sono 2 attività diverse e distinte, ecco perché quello che cerchiamo di fare (come Studiobonsai ndr) è di avvicinare la Seo e il lavoro del posizionamento sito ai processi interni all'impresa altrimenti le attività digitali fatte rischiano di non incidere sulla gestione aziendale.

Non basta infatti solo essere attivi nell’organizzazione della propria Seo ci sono variabili che sono influenzate anche da come si muovono i concorrenti che possono incidere in un certo periodo, sulla strategia di posizionamento su Google.

La strategia deve partire da uno studio delle parole chiave fondamentali e utili al business, su questo oltre ad avvalersi degli strumenti tecnici che ci fornisce internet, l’intuito e il ragionamento possono essere preziosi alleati per posizionarsi su Google e nel trovare le giuste chiavi di ricerca degli utenti.


Strumenti nativi di Google utili al posizionamento 

Ricordate di utilizzare questi 3 strumenti indispensabili a quasi tutte le aziende:

- Google My Business: è la vetrina virtuale del vostro negozio su Google, ricordatevi di comporre ogni suo campo e aggiornarlo spesso, una buona vetrina è necessaria ad ogni attività

- Google Maps: le Mappe di Google sono integrate anche in Google My business sono fondamentali anche per farvi trovare, ricordatevi quindi un po come sta succedendo ultimamente con le pagine Facebook di inserire una keyword (non 12, una, due bastano) nel vostro nome su Maps 

- Recensioni Google: queste fondamentali e sempre integrate in Google My Business, cercate di curarle nel modo giusto, le testimonianze sono uno degli elementi che spingono gli utenti a contattarvi, offrite ai vostri clienti un motivo valido per recensirvi anche attraverso benefits.